Numinoso Ensemble

La sera del 27 Giugno, a Palazzo Orsini, si è tenuto il concerto dell'orchestra jazz Numinoso Ensemble, ospite Michele De Vito.

 

 

 

 

La formazione, diretta dal M° Stefano Rotondi dal 1995 con un diverso nome e con l’avvicendarsi di alcuni musicisti, ha suonato in varie rassegne musicali: Romaeuropafestival – Massenzio ‘95/ “Frontiere” – concerto per orchestra, ottetto jazz e attore solista -Teatro Olimpico di Roma, ’96 /Associazione Segni jazz: “Edipo liberato”, ’96 / Associazione Segni jazz:’97 / “E….state Guidonia ’98”, “Lo specchio dell’anima”, rassegna del cinema - Massenzio ’98.

Nel 2000, Stefano Rotondi ed Eleonora Vicario hanno deciso di unire le loro capacità, dando uno scopo al loro amore per la musica, fondando l’orchestra jazz Numinoso Ensemble dove ancora rimangono diversi elementi della precedente formazione. Hanno individuato come obiettivo la Ricerca sul cancro per trovare un punto di coesione tra persone tra loro molto diverse per età e per interessi professionali.

E’ nata così l’idea di incidere un CD, "Il manto di Arlecchino" per avere un oggetto da offrire nei concerti dell’orchestra. Successivamente hanno proposto a musicisti professionisti (tra cui: Javier Girotto, Michele Rabbia, Elvio Ghigliordini, solo per citarne qualcuno) di aderire al loro progetto sia come ampliamento dell’organico che come solisti e hanno trovato una disponibilità totale e disinteressata nelle persone contattate tanto da riuscire a costruire una grande orchestra e una splendida amicizia fra tutti gli elementi.

L'Associazione Culturale Arcipelago ha appoggiato il progetto sia ottenendo sponsorizzazioni da privati per la realizzazione del CD, sia presentando il progetto alla Provincia di Roma e ottenendo la sua partecipazione al finanziamento di alcuni concerti dell’orchestra insieme a numerosi comuni.

L’orchestra ha raccolto fondi per l’AIRC anche in un tour siciliano che l’ha portata allo Spasimo di Palermo, a Villa Piccolo di Capo d’Orlando e al Teatro dell’Opera Massimo Bellini di Catania. Recentemente è stato inciso un nuovo disco, con una formazione ridotta (Numinoso Petit Ensemble ma sempre con artisti ospiti quali Giuseppe Tortora, Elvio Ghigliordini, Pietro Condorelli ed Enrico Gherardi), ancora per sostenere la Ricerca.

Si ringrazia la scuola di musica Neuma di via Genzano, 10 - Roma che consente all'orchestra di effettuare le prove gratuitamente.


Direttore:
M° Stefano Rotondi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

"Numinoso Ensemble" Organico:
Cecilia Lopriore, Vinicio Ruggiero (flauto),
Paolo Senni (1°clarinetto per sempre), Lucia Cardone, Angelo Valeri (clarinetto), Francesca Lanz (sax soprano),
Danilo Bughetti, Gianluca Urbano, Gianpaolo Casella, Gianni Falconi (trombe), Davide Di Pasquale (2° trombone)
Andrea Gangemi, Eleonora Vicario (sax alto),
Roberto Muzii, Elisa Costacurta (sax tenore),
Gian Domenico Murdolo (sax baritono),
Stefano Diotallevi (piano),
Luca Costantini (chitarra),
Giampiero Merluzzi (basso),
Paolo Rumori (batteria).

Stefano Rotondi, nato a Roma il 24 Novembre 1962, è compositore, arrangiatore e direttore di orchestra moderna ed altri organici. Suona Flauto, Sax tenore e soprano, midi wind controller; diplomato in flauto traverso presso il Conservatorio L. Refice di Frosinone, ha effettuato il Corso Straordinario di Composizione ed Arrangiamento Jazz quadriennale presso il Conservatorio L. Refice di Frosinone con il Maestro G. Jacoucci.
Ha conseguito il Diploma Accademico di secondo livello in Musica Jazz presso il Conservatorio L. Refice di Frosinone; ha partecipato al Corso triennale di Composizione e Direzione di Big Band e Large Ensemble presso la Jazz University di Terni con il Maestro B. Tommaso, al Corso biennale di Sax ed Improvvisazione Jazz presso la Jazz University di Terni con il Maestro M. Giammarco e ha portato a compimento il corso triennale di Musica Elettronica presso il Conservatorio L. Refice di Frosinone con il Maestro G. Nottoli.
Ha inoltre frequentato per un anno i corsi della Beruf Musik Schule di Platting in Germania ed i seminari di specializzazione di M. Larieux per il flauto, di S. Nistico e Claudio Fasoli per il sassofono nonché i seminari di Siena Jazz.
Ha vinto il premio "I NUOVI TALENTI" per la sezione Jazz di Castelfranco Veneto nell'anno 1989.
All'interno di una lunga attività concertistica professionale si evidenziano i progetti originali, in cui figura anche come compositore oltre che come escutore od eventualmente direttore:
- Blue Night Big Band diretta dal Maestro B. Tommaso in qualità di sassofonista e flautista, solisti ospiti Gianluigi Trovesi, Paolo Fresu, Danilo Terenzi;
- Big Band della Jazz University di Terni in qualità di sassofonista, flautista e compositore;
- Big Band del Conservatorio di Musica "L. Refice" di Frosinone in qualità di sassofonista e flautista;
- "Modern Big Band" diretta dal Maestro G. Jacoucci in qualità di sassofonista e flautista;
- STEAMBOAT BILL JUNIOR scritto e diretto da Bruno Tommaso come sassofonista e con la partecipazione di Maurizio Giammarco, Paolo Fresu, Umberto Fiorentino, Enzo Pietropaoli.
- "Swing Time Big Band" di Roma in qualità di direttore;
- “In Bianco e Nero” ensemble  guidato dal Maestro B. Tommaso in qualità di sassofonista, flautista e compositore all'interno di un progetto multimediale che si è sviluppato in una tournée di concerti in Umbria e nella Marche;
- "CIAC FRIENDS ORCHESTRA" come direttore e arrangiatore .
- "Segni Jazz Ensemble" come coordinatore, compositore, sassofonista e flautista;
- "CIAC Messengers" come coordinatore, compositore, sassofonista e flautista;
- "Quintessential" e "Quintessential Plus" come fondatore, compositore, sassofonista e flautista, featuring Paolo Fresu;
- Composizione e Direzione del Progetto "FRONTIERE" alla guida di un'orchestra composta da 40 elementi più l'ottetto Jazz di solisti, più Coro Vocale e Voce Recitante rappresentato a Massenzio durante l'Estate Romana, al festival Segni Jazz ed al Teatro Olimpico.
- Composizione e Direzione dell'Opera "Edipo Liberato" per due orchestre, ottetto jazz e rapper realizzato all'interno di un'antica cisterna romana con effetti sonori speciali, featuring Bruno Tommaso;
- Opera Multimediale "L'onda e il Tamburo" per orchestra, corpo di ballo, e immagini proiettate in sincrono con musiche eseguite dal vivo in qualità di compositore, sassofonista e flautista rappresentata in prima durante l'Acuto Jazz Festival.
- Realizzazione dell'opera multimediale "FABULAE", in qualità di compositore e coordinatore, per orchestra jazz, corpo di ballo, voce recitante ed animazioni video originali proiettate in tempo reale durante l'esecuzione.
- JAZZIN’ELEVEN resident band del BEBOP JAZZ CLUB di Roma come direttore e sassofonista, featuring Andy Gravish.
- Direttore dell'orchestra Numinoso Ensemble, con la quale ha registrato il CD "IL MANTO DI ARLECCHINO" -con brani originali-, eseguito in numerosi concerti sotto l’egida dell’AIRC (featuring Javier Girotto e Michele Rabbia) e del nonetto Numinoso Petit Ensemble, con il quale ha registrato il CD "Recém casados/just married", ancora per la Ricerca sul cancro. 


I solisti dell'orchestra:

DANILO BUGHETTI
Nato il 16 marzo 1972 vivacizza la sua vita in diversi campi del sapere. Docente di tecnologie informatiche da oltre dieci anni, compositore di vena jazzistica con influenze classiche. Dopo aver conseguito l'abilitazione per l'insegnamento in discipline tecniche, si diploma in Tromba, col M° Mauro Marcaccio, al conservatorio A. Casella de L'Aquila, si Laurea in Jazz presso il Conservatorio L. Refice di Frosinone e si specializza in Management Musicale presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma.
Danilo Bughetti

Si divide tra la docenza e la libera professione, collabora con diversi Artisti, tra cui Maurizio Giammarco e la Big Band dell'Auditorium di Roma, Gianni Oddi e le sue Big Band dello IALS e del S. LOUIS, le Orchestre di Elvio Ghigliordini, Mario Raja, Eugenio Colombo e Aldo Bassi.  Per la ONYX edizioni registra "Pierino e il Lupo" con Ettore Fioravanti, Roberto Spadoni e la voce di Francesco Di Giacomo; è Special Guest su "Global Sound and ambient Vision of Palermo SICILY" edito dalla FOLKA LAB; con LA PAROLA PERSA registra “the easy&sleazy footworks ep” ed è poi presente su "Ma che musica Vol. 3" con il gruppo Ska i MASKALZONES, Curci Edizioni. Partecipa al "Master class a Siena jazz con Pietro Leveratto, Giampaolo Casati e Stefano Zenni e a vari Festival Jazz, tra cui quelli di Matera, Terni, Cremona, Villa Celimontana a Roma e Bergamo, con il pianista francese Martial Solal. Lavora per la tournèe 2012 del comico Andrea Perroni ed è arrangiatore dello spettacolo “Tra le luci dello swing” di Pamela Lacerenza, nonché di due tracce del disco della Numinoso Petit Ensamble destinato alla raccolta fondi per la Ricerca sul cancro.

La sua ricerca continua dell'espressione emotiva lo portano prima a discutere una tesi sperimentale sull’individualità e la subalternità di un musicista nelle varie fasi, compositiva, esecutiva ed improvvisativa,  ed in seguito a costituire laboratori creativi di "composizione emozionale basati sull'induzione", tenuti presso l'istituto superiore Cardano di Monterotondo. Nel 2012 pubblica “Diario di un atto d’amore” Fantauzzi Editore con un CD di sue opere in allegato, per O.R.F.E.A. compone il brano “Il gattone di città” con Pino Insegno, Vanda Rapisardi, Fabrizio Bosso, Max Ionata, Stefano Micarelli ed Ettore Fioravanti.E’ stato nel 2013 General Manager della tournée estiva dell’Orchestra Giovanile Romena per i concerti all’Auditorium sala S. Cecilia e al Ravello Festival, ed è ideatore e manager del concorso canoro “G Student’s best voice” per l’ITIS Giovanni XXIII rivolto agli studenti delle scuole superiori di Roma, per l’occasione compone due brani dedicati ai disagi giovanili “In punta di piedi” e “Non ti illudere”. Dal 2011 suona con l'orchestra jazz Numinoso Ensemble, per raccogliere fondi per la Ricerca sul cancro.

Luca Costantini, nato a: Roma il 11.11.1980
Formazione: Guitar C.A.Pst '97 – 99, Centro Aggiornamento e perfezionamento stilistico – tecnico (dipartimento: Chitarra Contemporanea), studia con: Gianfranco ‘nick’ Diletti, Umberto Fiorentino, Rocco Zifarelli, Stefano Micarelli, Luca Chiaramonte, Simone Sello, Alex Britti, Alberto Lombardi, Maurizio Bonini, Mimmo Langella, Nicola Costa, Marcello Maranzano, Marco Manusso. Umbria jazz 2002 con: Jeff Stout, Pat Martino, Tiger Okoshi, Larry Monroe, Mark White, Ron Savage. Luca CostantiniRavenna Jazz 2003, Europe jazz network, Workshop di chitarra tenuto da Pat Metheny. Siena Jazz 2004, con Pietro Condorelli, G.Gazzani, Stefano Zenni, G.Visibelli. “Orchestra abusiva” di Giancarlo Schiaffini. Nuoro Jazz 2005/06, diretti da Paolo Fresu.

Studia con: Tomaso Lama, Attilio Zanchi, Giovanni Agostino Frassetto, Bruno Tommaso, Ettore Fioravanti, Luca Bragalini, Riccardo Parrucci e Masterclass di John Abercrombie e Bruno Maludrottu.
Nel 2009 Diploma Accademico di I° Livello in Jazz al Conservatorio di musica “Licino Refice” di Frosinone; nel 2011 Diploma Accademico di II° Livello in Jazz e Musiche Audio – Tattili al Conservatorio di Musica “Santa Cecilia” di Roma.
Masterclass: Frank Gambale, Massimo Moriconi, John Abercrombie, Jim Hall, Steve Morse, Peter Erskin, Scott Henderson, Massimo Varini, Joe Diorio, Fabio Zeppetella, Lute Berg, David Linx, Pat Martino, Pat Metheny, Gavino Murgia, Steve Vai, Dave Glasser, Barry Harris.
Collaborazioni:
Roberto Pregadio, Ramberto Ciammarughi, Stef Burns, Michele Tadini, Claudio Sinatti, Bob Singletone, Ernest Vaughn, Luca Aquino, Enzo Avitabile, Rai 1 (“Il signore della truffa”. Gigi Proietti), SKY Classica, Disney Channel, Auditorium Parco della Musica, MAXXI (Museo d'Arte Contemporanea), Musica Jazz, Andrea Biondi, Antonio Ciacca, Luca Nostro, Antonio Caggiano, Alan Short, Alberto Botta, Marcello Sirignano, Juan Carlos Albelo Zamora, Reinaldo Santiago, Paolo e Pasquale Innarella, Alessandro Marzi, Daniele Basirico, Antonello Sorrentino, Armando Sciommeri, Josè Martillotta, Studicompresso, Redlight – studio, Overlook, Antonio Ragosta, Alexander Joyeux, Andy Bartolucci, Joe Bosco, Raffaela Siniscalchi, Diadly Mady Sissoko, Eric Buffat, Nhare Testi, Mauro Scardini, Valentina Tramacere, Orchestra del M°Roberto Pregadio, Orchestra del M°Francesco Paolo Musto, Big Band Santa Cecilia, Bixilander, Orchestra Accademia Musicale Ariccina, Francesco Bonofiglio, Alessandro Blasi, Francesco Mendolia, Francesco Poeti, Fabrizio Montemarano, Nicola Jocola, Roberto Lo Monaco, Alessandro Pizzonia, Alessandro Paternesi, Priscilla Bei, Fabrizio Rat Ferrero, Moreno Viglione, Piera Pizzi, Andrea Bonioli, Leonardo Spinedi, Francesco Davia, Luca De Piro, Matteo Scurcio, Andrea Colella, Roberto Ferrante, Valeria Rinaldi, Alessandro Del signore, Davide Di Pasquale, Carmen Falato, Roberto Giaquinto, Martino Onorato, Mattia di Cretico, Francesco Bovino, Andrea Staderini, Tiziano Orecchio... Dal 2013 suona con l'orchestra jazz Numinoso Ensemble, per raccogliere fondi per la Ricerca sul cancro.

Svolge attività didattica e ha partecipato allla realizzazione di numerosi dischi e importanti Rassegne musicali, a trasmissioni radiofoniche e Videoclips
Contatti:
Tel: 06.81170749
Cell: 347.6616154
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gianluca Urbano è un trombettista che studia e lavora a Roma, nato a Castelliri (FR) il 05/08/1973;  inizia lo studio della tromba all’età di 10 anni incoraggiato dalla famiglia e incuriosito dalle locali bande musicali.
All’età di 11 anni frequenta la scuola media annessa al Conservatorio di Frosinone “L. Refice” al termine della quale accede al Corso di “Tromba Classica”. Durante gli anni di studio collabora con numerose orchestre classiche da camera e quartetti sinfonici di ottoni. Con l’associazione culturale “T R I L L I” suona con la BIG BAND in diverse manifestazioni e numerosi  jazz festival nel ruolo di 3° TROMBA dal 1993 al 1995; consegue il diploma nell’ottobre del  1995 sotto la guida del  M° Berti Mauro; Gianluca Urbano
nello stesso anno si trasferisce a Roma dove frequenta il corso di Tromba presso la scuola Saint Louis Jazz School con il M° Aldo Bassi.
Presso lo I A L S frequenta un corso di perfezionamento sulla “interpretazione jazzistica di partiture da big band” tenuto da M° Aldo Bassi; sotto la direzione del M° Gianni Oddi  ricopre il ruolo di prima Tromba  nella  “I A L S  B I G  B A N D“ dal 1996 al 1998; con la stessa, nel giugno del 1998, partecipa al “GALA FESTIVAL DELLA DANZA” tenutosi al Teatro Olimpico di Roma.
Negli stessi  anni ricopre il ruolo di prima Tromba nella “D A I L A  B I G  B A N D“ diretta del M° Aldo Bassi,  collabora con la  “ M I N O R  F U N K  O R C H E S T R A”  diretta dal M°Angelo Schiavi e con la “T E S T A C C I O  J A Z Z  O R C H E S T R A” diretta da Claudio Pradò.
Nell’estate del 2000 suona nell’orchestra diretta dal  M° Gerardo Di Lella nella manifestazione “L A  V O G L I A  M A T T A“.
Nel  2006 suona nella B I G BAND  del  M° Roberto Pregadio e collabora come prima Tromba nelle orchestre Jazz dei Maestri: Mario Corvini, Claudio Corvini, Gianni Savelli, Elvio Ghigliordini, Massimo Pirone.
Nello stesso periodo collabora con l’orchestra stabile di “DONNA OLIMPIA” sotto la direzione del M° Giovanni Di Cosimo.
Dal 2007 inizia una collaborazione stabile con la “S A I N T  L O U I S  B I G  B A N D” diretta dal M° Antonio Solimene;  numerose sono le partecipazioni a Festival Jazz italiani quali Atina Jazz, Umbria Jazz, Bari Jazz, Brindisi Jazz, Nick la Rocca Jazz e molte altre.
Nel dicembre del 2008 incide il cd “Live in Studio” con la Saint Louis Big Band.
Nel 2009 partecipa alla registrazione del lavoro discografico del M° Tony Formichella e la sua orchestra, diretta dal M° Elvio Ghigliordini.
Nel 2011 con la “S A I N T  L O U I S  B I G  B A N D” partecipa al progetto discografico  del M° Marcello Rosa e al progetto musicale del  M° Javier Girotto.
Partecipa allo spettacolo teatrale ‘’La Cage Aux Folles‘’ al teatro Sistina di Roma nel Dicembre del 2011.
Nel Marzo del 2012 si laurea in Tromba Jazz presso il conservatorio “S. Cecilia” di Roma.
Nella primavera del 2013 partecipa al musical “Priscilla la regina del deserto”.
Nel Novembre 2013 incide il cd “red spot” con l’ “Aldo Bassi light big band”. Attualmente collabora con  la “L A K E  J A Z Z   O R C H E S T R A”, con la “I A L S  B I G  B A N D” e, dal 2012, con l'orchestra "N U M I N O S O  E N S E M B L E" diretta dal M° Stefano Rotondi, per la Ricerca sul cancro.

 Solista ospite:

Michele De Vito, consegue la Licenza di teoria, solfeggio e dettato musicale nel 1984 presso il conservatorio di Santa Cecilia in Roma.
Dal 1986 affianca allo studio del sassofono quello del flauto traverso. Studiato armonia con il M° Claudio Monteleoni e il M° Luca Salvatori e arrangiamento con il M° Marco Tiso. Nel 1991 si reca a Boston dove studia con Joe Viola e Jerry Bergonzi. Dal 1992 perfeziona lo studio dello strumento con il M° Mario Raja.

Dal 1985 al 1988 suona nell'orchestra “Modern Big Band” nata presso il conservatorio di Frosinone, diretta dal M° Gerardo Jacovucci con cui partecipa a diversi Jazz Festival e collabora alla registrazione del LP “Flowers”. Nel 1986 collabora alla registrazione del disco “Open” prodotta dalla “Five Record”. Dal 1989, nell'ambito della musica leggera, suona con l'orchestra di Gianni Davoli con cui registra il CD “Diavolo”. Dal 1991 suona con il quartetto di sassofoni “Ialsax Quartet” diretto dal M° Gianni Oddi con cui tiene numerosi concerti e partecipa a trasmissioni radiofoniche RAI.

Tra i concerti più importanti:
“X Festival Mondiale del Sassofono”, Pesaro 1992; “Incontri Musicali 1993”, Aquileia e Grado; “Istituto Italiano di Cultura”, “Concertgebouw”, Amsterdam 1994; nello stesso anno registra il CD “Contrasti” con lo “Ialsax Quartet”.  Sempre nel 1994 partecipa alla trasmissione televisiva “Domenica In” con l'orchestra di Christian De Sica. Capodanno 1995 partecipa con l'orchestra di Sal Genovese alla trasmissione di Rai Due “Napoli Capitale”. Luglio 1996 compone ed esegue le musiche per l'evento “Mutazioni Artwork” di Elene Caronia, Marco Maggioni e Luisa Mazzullo svoltosi presso “La Galleria d'Arte de' Serpenti”. Agosto 1996 suona con la big band di “Pineauts Huko” nella rassegna “Jazzimage” di Villa Celimontana a Roma. Luglio 1997 partecipa con il suo quartetto Jazz alla rassegna musicale “Utopia '97” tenutasi a Vibo Valentia.
Nel 1998 suona con il quartetto di Giorgio Cuscito e con la big band di Roberto Spadoni in vari Jazz Club romani. Dal 2005 fonda con il pianista Carlo Mezzanotte il quartetto “Jazz Tales” e collabora con il gruppo rock “Mercury Falling”. Dal 2006 collabora con l'orchestra jazz “Numinoso Ensemble” diretta dal M° Stefano Rotondi a favore della Ricerca sul cancro e registra nel 2012 il cd “Recém Casados/just married” con la formazione ridotta, Numinoso Petit Ensemble, sempre a sostegno della Ricerca. Dal 2009 collabora con Armando Bertozzi e la big band di Roberto Coltellacci.