giuria 2014

La Giuria è stata così composta:

Renato Bruson, cantante, Presidente della Giuria

Andrea Snarski, cantante,
Marco Impallomeni, agenzia lirica Music Center Domani (MCD),
Giorgio Gatti, cantante
Irene Bottaro, cantante

Renato Bruson rappresenta uno dei più grandi baritoni della storia della lirica Italiana. Nel 1961 vinse il concorso dello Sperimentale "A.Belli" di Spoleto debuttando nel Trovatore di G.Verdi, nel ruolo del Conte di Luna. Nel 1962 debuttò dei Puritani di Bellini al teatro dell'opera di Roma e, successivamente, in Un ballo in maschera di Verdi al teatro Maggio di Firenze. Bruson
Da allora si è esibito nei più grandi teatri internazionali: alla Fenice di Venezia, al teatro Massimo di Palermo, il Regio di Parma, nel 1968 è al Metropolitan di New York per Lucia di Lammermoor; nel 1972 è alla Scala di Milano per Linda di Chamounix e al Festival di Edimburgo per Attila; nel 1976 è alla Royal Opera House, dove interpreta la parte di Renato in Un ballo in maschera.
Specialista del repertorio verdiano e donizettiano, è dotato di un fraseggio elegante ed espressivo, di una voce brunita, all'occorrenza leggermente ruvida, e di una notevole presenza scenica.
Nel 2008 ha cantato, all'età di 74 anni, Traviata nei panni di Giorgio Germont alla Scala di Milano, e ancora fino al 2010 quando ha cantato Falstaff sotto la regia di Franco Zeffirelli, dando il via alla nuova stagione lirica 2010 del teatro dell'Opera di Roma. Nel 2011 viene festeggiato in tutti i teatri del mondo per i suoi 50 anni di carriera.

 

Andrea Snarski, nato a Varsavia, si è trasferito nel 1948 a Londra dove ha seguito gli studi elementari e classici. Nel 1966 ha preso avvio una carriera internazionale che lo ha portato presso tutti gli enti lirici ed alcuni teatri di tradizione oltre che alla RAI di Roma, Napoli, Milano, Torino, la Filarmonica Romana, Santa Cecilia, il Concertgebouw di Amsterdam, De Doolen di Rotterdam, Congressgebouw dell’Aja, alla radio olandese, alla radio e TV polacca e bulgara, all’Opera del Cairo, a Copenhagen, a Nagoya. Inoltre ha partecipato ai Festival di Aldeburgh, Edinburgh, Parigi, Spoleto, Siena, alla Sagra Umbra, alla Biennale di Venezia, e al Camden di Londra.
Tra i direttori con cui ha collaborato si ricordano R. Abbado, Y Ahronovich, B. Bartoletti, S. Baudo, B. Britten, C. Davis, V. Delman, G. Ferro, G. A. Gavazzeni, G. Gelmetti, E. Gracis, G. Kuhn. D. Machado, I. Markievitch, R. Muti, D. Oren, Z. Pesko, G. Prêtre, N. Sanzogno, W. Sawallish, P. L. Urbini, H. Vonk, Z. Mehta.
Tra gli allestimenti ai quali ha partecipato recentemente ricordiamo la nuova produzione de La Traviata, nella quale interpreta il ruolo del Marchese d’Obigny, con la regia di Franco Zeffirelli, per la Fondazione Toscanini, presso i Teatri di Firenze, Bari, Mantova, Piacenza e in tournée a Mosca. E’ stato nuovamente il Marchese d’Obigny in Traviata a Palma de Mallorca, al Teatro Nuovo di Bolzano (con la Fondazione Toscanini), alla New Israeli Opera di Tel Aviv e a Santander; ha preso parte alla produzione di Salome di Strauss al Teatro Massimo di Palermo.
Nel 2008/2009 è stato Ser Amantio Di Nicolao nell’Opera Gianni Schicchi di G. Puccini al Teatro alla Scala di Milano e, sempre al Teatro alla Scala, ha interpretato il ruolo di Pritschitch nell’opera Die Lustige Witwe di F. Lehar. Nel 2012 e nel 2013 ha preso parte alla produzione de La bohème  (ruolo Alcindoro) al  Teatro La Fenice di Venezia e al Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia (Dicembre 2012).


Marco Impallomeni, insieme ai Soci  Giuseppe Oldani, e Silvia Baroni, gestisce il Music Center Domani s.a.s., un'agenzia internazionale di Artist Management con una spiccata propensione per il teatro lirico di tradizione, in grado di proporsi a Teatri e Istituzioni Musicali come qualificato interlocutore nella definizione dei cast artistici. Impallomeni
Oltre che occuparsi di Artisti di fama internazionale, scopo principale di Music Center Domani è quello di ricercare giovani talenti nel settore della musica lirica e promuovere l'immagine e lo sviluppo di carriera a livello internazionale.


Attualmente Music Center Domani segue l'attività di circa quaranta artisti tra cantanti e direttori d'orchestra rappresentandoli presso i più prestigiosi teatri ed enti Italiani ed esteri.

Ha partecipato in qualità di giurato nella prima edizione del Concorso lirico internazionale Jole De Maria.

 

Giorgio Gatti  baritono, ha vinto il concorso “Adriano Belli” di Spoleto ed ha cantato in seguito in importanti festival, teatri italiani ed esteri riscuotendo un grande successo di pubblico e di critica.
Ha cantato sotto la direzione di illustri maestri come Herbert Albert, Bruno Bartoletti, Semyon Bychkov, Alberto Erede, Gianluigi Gelmetti, Vittorio Gui, Renè Leibowitz, Zubin Mehta, Mario Rossi. Gatti
Ha lavorato con registi come: Vera Bertinetti, Mauro Bolognini, Sylvano Bussotti, Giancarlo Cobelli, Filippo Crivelli, Edmo Fenoglio, Goffredo Gori, Marcella Govoni, Ugo Gregoretti, Gian Carlo Menotti, Jonathan Miller, Giuseppe Patroni Griffi, Lucia Poli, Jean Pierre-Ponnelle, Virginio Puecher, Lorenzo Salveti, Pier Luigi Samaritani, Sandro Sequi, Luigi Squarzina, Franca Valeri, Franco Zeffirelli … e accanto a colleghi illustri come: Roberto Alagna, Gabriel Bacquier, Fedora Barbieri, Andrea Bocelli, Sesto Bruscantini, Mariella Devia, Plácido Domingo, Mirella Freni, Magda Olivero, Flaviano Labò, Rolando Panerai, Juan Pons, Ruggero Raimondi, Giuseppe Taddei, Alfredo Kraus, …
Inoltre ha effettuato numerose incisioni con varie case discografiche e si è dedicato anche alla riscoperta di parti buffe in opere di rara esecuzione o del tutto inedite.
Per la televisione ha interpretato la parte del Sacrestano “Tosca nei luoghi e nelle ore” insieme a Plácido Domingo e la parte del Marchese d’Obigny  “La Traviata à Paris” sotto la direzione di Zubin Mehta, con la regia di Giuseppe Patroni Griffi.

 

 

Irene Bottaro, mezzosoprano, si è diplomata presso il Conservatorio “L. Perosi” di Campobasso e si è perfezionata presso la “Internationale Sommerakademie Universität Mozarteum” di Salisburgo. Si è laureata in “Canto nel Teatro Musicale” presso il Conservatorio “L.Refice” di Frosinone. Ha partecipato a numerose Master Classes tenute da musicisti di chiara fama tra i quali Anita Cerquetti, Gianni Raimondi, Luciana Serra, Gabriella Ravazzi, Claudio Desderi, Lucio Gallo. Ha approfondito, inoltre, lo studio del repertorio Liederistico con Elio Battaglia presso l’Accademia “H. Wolf” e Irwin Gage presso gli “Amici della Musica di Firenze” e quello lirico con Elizabeth Norberg-Schulz e Bruna Baglioni.
E’ stata vincitrice di vari Concorsi Lirici Internazionali (G. Lauri Volpi, M. Battistini, Hyperion, Spazio Musica) e di Concorsi di esecuzione musicale da Camera (Euterpe, Athena, Giovani Concertisti, Pietro Argento). Si è esibita in opere e concerti per numerosi Enti ed Istituzioni tra i quali il Teatro dell’Opera di Roma, l’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma, il Teatro Carlo Felice di Genova, il Teatro del Giglio di Lucca, il Teatro Verdi di Pisa, il Teatro Goldoni di Livorno, il Festival de Musique Sacrée de Nice, la Sala Nervi in Vaticano. Ha collaborato con numerosi direttori tra i quali Donato Renzetti, Jonathan Webb, A. Fogliani, Michele Campanella ed altri ed eminenti personalità come Sandro Cappelletto, Lindsay Kemp, A. Fassini, Beppe De Tomasi.
Ha interpretato il Reqiuem di G.Verdi con l’Orchestra Sinfonica di Roma all’Auditorium della Conciliazione di Roma e al J.Kennedy Center a Washington ed è attualmente impegnata in un progetto di Recitals Lirici Toccata e fuga, con il Comune di Roma ed il Teatro dell’Opera di Roma che l’ha vista esibirsi nelle principali capitali mondiali quali Tokyo, New York, Shanghai.

La prevista partecipazione del M° János Ács, Direttore d'orchestra, è stata annullata per improvvisi impegni improrogabili.